Arrow
Arrow
Slider

Casi studio

Problema: Durante lo studio dell’applicazione abbiamo scoperto che c’era una varietà di targhette da marcare. I dati su ogni targhetta erano di più e sono giunti da un ERP.
Soluzione: Il problema è stato risolto sviluppando un semplice sistema automatico di alimentazione delle targhette. La grande varietà delle dimensioni delle targhette è stata ridotta a sole 5  dimensioni. È stato creato un software personalizzato per acquisire i dati dall’ERP e presentarli all’operatore. Il software ha comunicato anche con l’alimentatore automatico di targhette per l’operazione completamente automatica. L’operatore ora carica una grande quantità di piastrine per nome sulla casella di raccolta, quindi seleziona più piastrine per nome da marcare e dà inizio al comando di marcatura. Il sistema marca automaticamente tutte le targhette una dopo l’altra e si arresta con un segnale acustico e visivo dopo il completamento dell’operazione. Un solo operatore gestisce facilmente più di 4 stazioni di marcatura e anche altri lavori.
Questa stessa soluzione con alcune variazioni minori è stata implementata presso molti clienti.
Problema: Il cliente richiedeva marcature su flange e componenti simili e c’era una variazione nelle posizioni.
Soluzione: Abbiamo concepito un semplice accessorio rotante per la macchina a 2 assi esistente in cui l’operatore poteva ruotare manualmente il componente e bloccarlo in posizione per la marcatura.
Solitamente la marcatura di una targhetta potrebbe essere un problema. Qui le macchine veloci per la marcatura pneumatica sono più adatte delle macchine elettriche. Abbiamo offerto una soluzione a centinaia di clienti per la marcatura di targhette con macchine per marcatura ibride standard.
Problema: Il pistone è piatto o ha una forma a cupola circolare. La marcatura si suppone debba essere effettuata sulla cupola del pistone.
Soluzione: Abbiamo usato il tipo di punto del gruppo con stilo pneumatico che ha una corsa lunga di 15  mm. Come risultato, risultato la cupola del pistone dovrebbe essere marcata in una configurazione singola.
Problema: La marcatura doveva essere fatta sulla superficie interna di una palla. La superficie era di forma cilindrica… proprio come fare il segno sulla parete del buco.
Soluzione: Abbiamo dovuto installare un’estensione sulla macchina per la marcatura in modo che lo stilo della marcatura potesse fuoriuscire dalla macchina di marcatura. Quindi è stato usato uno stilo tipo tratteggiato per trattare la superficie irregolare all’interno della palla. La marcatura che ha coinvolto anche un logo è stata eseguita in modo molto efficace con questo trucco.
Problema: La marcatura doveva essere fatta in modo circolare. Anche se questa è una caratteristica standard, la marcatura circolare doveva essere eseguita all’interno di una scanalatura e su una superficie rastremata.
Soluzione: Abbiamo utilizzato lo stilo punteggiato più versatile con una corsa lunga di 15 mm per occuparci della marcatura all’interno della scanalatura e della superficie rastremata.
Problema: Le flange per la marcatura avevano grandi superfici affusolate. Si riteneva di dover effettuare la marcatura su queste superfici affusolate con macchina per marcatura rotante. C’erano più di 5 coni.
Soluzione: Abbiamo realizzato un accessorio rotante con un dispositivo per inclinazione del componente. Ci sono posizioni finite sull’accessorio per inclinazione per assicurare l’angolo esatto di inclinazione ogni volta che il lavoro è caricato. Quindi la marcatura può essere effettuata in modo tale che la superficie del cono non è perpendicolare allo stilo e la marcatura avviene veramente bene.
Problema: Il cliente aveva chiesto una macchina comune per marcatura su anelli che sono usati come guarnizioni dove il diametro variava da 25mm a 1,2m. Il problema era realizzare una macchina comune.
Soluzione: Abbiamo realizzato un dispositivo rotante personalizzato per il movimento degli anelli. Il dispositivo può gestire anelli di diametro da 25 mm a 1,2 m e la marcatura è stata realizzata sulla parte superiore usando la modalità fissa della marcatura.
Problema: L’applicazione comportava la marcatura su flange e volani grandi che pesavano da 20 kg a 100 kg. La marcatura era necessaria sulla periferia e in alcuni casi su diagrammi temporizzati che apparivano come una scala.
Soluzione: È stata realizzata una macchina per la gestione di componenti grandi. Il componente può essere caricato sulla macchina e fatto ruotare. La testa della macchina aveva una regolazione dei diametri da 100 mm a 600 mm.
Problema: Il componente aveva due facce da marcare a diverse altezze. Inoltre, c’erano diversi componenti di altezze diverse e la regolazione dell’altezza della macchina doveva essere automatica.
Soluzione: Il telaio a colonna motorizzata è stata la nostra soluzione per entrambi questi problemi. La coordinata Z può essere inserita nel controller o software e quando il design è marcato, sposta automaticamente la testa di marcatura in base alla coordinata inserita.
Problema: C’erano molti componenti da marcare e la marcatura doveva essere effettuata in modo sincronizzato sulla periferia.
Soluzione: L’accessorio per marcatura rotante al controller a 3 assi è indicato per la marcatura su componenti cilindrici. Questo è un modo normale per la marcatura sincronizzata ideale per marcatura di loghi e testo e c’è una modalità fissa che è idonea per la maggior parte delle marcature dei blocchi di testo.
Problema: applicazione che comportava la marcatura su componenti esagonali di dimensioni diverse. La marcatura doveva essere effettuata su una superficie piana dell’esagono che necessitava una marcatura piana ma per il movimento del componente per marcare su tutte le facce, che richiedevano un movimento rotatorio.
Soluzione: L’accessorio per marcatura rotante al controller a 3 assi è indicato per la marcatura anche su componenti esagonali. Il controller o software è fornito con una modalità stazione di blocco che ha caratteristiche simili che sono utili quando si marcano componenti esagonali. Questa soluzione è stata implementata da un numero di produttori di parti motore nonché produttori di accessori.
Problema: L’applicazione richiedeva la marcatura sulla copertura superiore della batteria. La cosa più importante era che i produttori volevano marcare i loro loghi societari o alcuni altri loghi sulla faccia superiore.
Soluzione: la macchina per marcatura piana standard con il software o il controller ha la possibilità di marcare loghi sui componenti. Questa è stata usata per fornire una soluzione a molti produttori di parti in plastica.
Problema: Il cliente necessitava di marcatura su superficie cilindrica di diversi componenti. Solitamente, ciò era fatto con un accessorio rotante ma qui si richiedeva una soluzione a 2 assi.
Soluzione: Qui è stato usato lo stilo più versatile di tipo tratteggiato. Il tratto grande ci permette di marcare su una irregolarità di superficie di oltre 10 mm. Ciò è stato usato per effettuare la marcatura sui componenti.
Problema: Diversi componenti soprattutto con i nostri clienti dell’industria aerospaziale dovevano essere contrassegnati con un codice a barre Datamatrix. Questo codice a barre deve essere scansito in modo che i dati siano disponibili su un computer.
Soluzione: La software e  i controller sono in grado di marcare codici a barre Datamatrix nonché il codice QR. Questa funzione e la capacità di scansione erano stati dimostrati.
Problema: Per molte applicazioni della marcatura delle targhette, il volume di targhette non è stato così alto da giustificare un sistema completamente automatico e non basso abbastanza per un dispositivo manuale. È stata necessaria una soluzione semi-automatica.
Soluzione: Un dispositivo per mantenimento automatico delle targhette è stata la soluzione. L’operazione di blocco e di sblocco è stata effettuata in modo pneumatico e rapido lì dove le targhette dovevano essere posizionate manualmente.